Capture One Catalog1080.jpg

122bottoni racconta una storia di artigianalità e innovazione.

Italia, anni ‘50, una giovane ragazza sfida le consuetudini stilistiche dell’epoca creando un capo prezioso e unico: un vestito redingote in seta damascata con 122 bottoni confezionato interamente a mano.

Questa volontà di sperimentare è stata tramandata da quella talentuosa ragazza, diventata ormai anziana, al nipote, che la fa propria e oggi propone un brand di capi unisex studiati per valorizzare sia le fisicità maschili che quelle femminili.

L’originalità dei modelli, insieme alla ricerca di tessuti di qualità, l’attenzione ai dettagli, l’unicità del confezionamento sartoriale sono alcuni degli ingredienti che rendono il brand 122bottoni contemporaneo, ma al contempo fedele alla tradizione manifatturiera locale.

Tutti i capi sono progettati, disegnati e confezionati interamente a mano in Italia.

Artigianalità e innovazione in capi contemporanei e ricercati

 

Il progetto coniuga la passione di due ragazzi per la moda con le loro diverse competenze in abito stilistico e comunicativo.

Circondati da piccole realtà artigianali, soprattutto sartoriali, sono cresciuti con la volontà di mantenere e valorizzare una preziosa cultura che oggi rischia di essere dimenticata.

Una cultura sartoriale che dà attenzione alla qualità del tessuto, ai dettagli e rifiniture. Per questo motivo affidano la confezione dei capi 122bottoni ai piccoli laboratori locali. Ogni capo fatto interamente a mano diventa così unico.

Pierre, da sempre ispirato dalla sua famiglia, studia all’Istituto Callegari a Treviso e si diploma in Fashion Product Designer, approfondendo in un secondo momento la sua conoscenza in ambito di modellistica. Le sue conoscenze trasversali gli permettono di ideare e produrre creazioni uniche nel loro genere.

Serena, sua compagna nella vita prima che nel lavoro, mette in gioco le sue competenze comunicative maturate in ambito universitario e professionale per raccontare un progetto creativo, ambizioso e innovativo. Laureata in Scienze della Comunicazione a Padova e appassionata al mondo della moda, collabora all’ideazione e lo sviluppo della linea.